Martedi 16 Luglio 2019 - Scopri le ultime notizie »
 
06
AGO
2014

Il pressapochismo di Fucci




Dopo il doppio menu alla mensa a cui si è tentato di mettere una pezza; dopo il circo nero, che il Sindaco ha ribadito più volte di volere – nonostante tutti, anche all’interno della sua Amministrazione, fossero contro evento e luogo scelto – e per il quale la questura ha negato il permesso; stavolta un misto tra inesperienza e incapacità dei 5 stelle emerge a seguito di un evento drammatico, come la morte di un bagnante a Torvaianica, che mette in risalto l’assenza di bagnini nelle spiagge libere. Sia chiaro che non è nostra intenzione accusare Fucci e la sua Amministrazione per questa morte.
L’uomo è deceduto probabilmente a causa di un malore (stando alle prime ricostruzioni) e forse la presenza di assistenti sulle nostre spiagge non avrebbero comunque potuto far nulla per salvargli la vita. Tuttavia è un monito del come non si possa venire meno alla sicurezza delle decine di migliaia di persone che, nel periodo estivo, affollano le nostre spiagge, portando ossigeno alla nostra economia già molto provata. Così, ancora una volta, il Movimento 5 Stelle si ritrova a dover mettere una pezza a questa assurda negligenza e il Sindaco dei bandi pubblici e della trasparenza, dopo le continue proroghe di altri servizi, si trova a dover procedere con un affidamento d’urgenza – quindi senza bando – per il servizio di assistenza ai bagnanti che, oltretutto, chissà quando diventerà operativo (siamo già al 7 luglio in piena stagione balneare). Inoltre si prova a mettere una pezza annunciando che sarà “incrementato il servizio in spiaggia della Polizia locale, per aumentare il livello di sicurezza dei bagnanti”. Ma il pericolo, come questo fatto di cronaca ci dice, non è il furto di un portafogli (e neanche i venditori sulle spiagge – su cui il Sindaco non perde tempo di fare annunci entusiasti) e, di certo, sui problemi in acqua non sono i vigli urbani a poter e dover intervenire.
Sempre nel comunicato del Sindaco leggiamo che nel bilancio di previsione di prossima approvazione sono stati trovati i fondi per ripristinare il servizio dal prossimo anno. Proprio in merito al bilancio torniamo a chiedere – come fatto pochi giorni fa – un audit sul debito pubblico. E’ questo l’elemento più importante nelle scelte di un’Amministrazione. Chi è votato – a parole, appare ormai chiaro – alla partecipazione, dovrebbe coinvolgere i cittadini e le forze politiche e sociali a costruire assieme questo documento decidendo tutti assieme anche dove si debba tagliare e in quanti anni rientrare di questo debito. La politica di Fucci sembra invece votata all’austerità e alle lacrime e sangue, in questo fin troppo simile ai governi nazionali di Monti-Letta-Renzi.
Antonio Di Lisa portavoce di SEL e RC - Pomezia